Béjart Ballet Lausanne

Disponibilità

Maggio, giugno, luglio 2014

Programmi

Bolero, La Sagra della primavera, Serait-ce la mort ?, Ce que l’amour me dit, Le Concours, Chant du compagnon errant e altre coreografie di Maurice Béjart

Sei anni dopo la morte di Maurice Béjart, il Béjart Ballet Lausanne mantiene il livello che ha sempre avuto : il più alto. Si susseguono con successo tournée su tournée in tutto il mondo e la compagnia continua a distinguersi per gli eventi straordinari di cui Béjart custodiva il segreto. Tra gli ultimi, una tournée in Corea del Sud e in Cina, spettacoli all’Opéra Royal du Château di Versailles, al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo e al Palais des Congrès di Parigi!

Gil Roman, successore designato da Maurice Béjart, è a capo della compagnia da diversi anni e si impegna a mantenere vivo il repertorio di Béjart. Ha rimontato ultimamente le seguenti creazioni : La Sagra della primavera, Serait-ce la mort ?, Ce que l’amour me dit, Le Concours, Chant du compagnon errant, Webern Opus V, Dialogue de l’ombre double, Le Marteau sans maître e Dionysos (suite), e continua a presentare L’Amour la danse, Le Presbytère.. e Le Tour du monde en 80 minutes, Elton Berg, Méphisto Walser, Cantique. Tuttavia una compagnia non può vivere di sole riprese, Gil Roman firma nuove coreografie, tra le quali: L’Habit ne fait pas le moine, Réflexion sur Béla, Echographie d’une baleine e Casino des esprits, Aria, Syncope e la più recente Là où sont les oiseuax. Allo stesso tempo ha commissionato alcune coreografie ad ex-ballerini della compagnia: Tony Fabre è stato invitato a creare Ismaël, Sthan Kabar-Louët ha creato Aliziam O-Est e Julio Arozarena Song of Herself, Joost Vrouenraets, ex-allievo dell’Ecole-Atelier Rudra ha realizzato Ex Orbis. Questa ricca raccolta coreografica è stata completata da due firme  prestigiose: Fauve di Jean- Christophe Maillot, creato per Bérénice Coppieters e Gil Roman, presentato a Monte-Carlo in occasione della serata « Les ballets russes », e Figures of Thought di Alonzo King, presentato a Losanna.

Media