Michael Clark Company

Michael Clark ha deciso di intraprendere la carriera di coreografo seguendo la convinzione secondo cui l’azione vale più della parola. Definito come ‘il vero iconoclasta della danza britannica’, le sue creazioni uniscono l’integrità classica con una sensibilità più complessa, contemporanea, abbracciando vizi e virtù, abbandono e controllo, movimenti armonici e goffi. È solito collaborare con importanti band, stilisti e artisti come Wire, Bodymap, Leigh Bowery, Trojan e Sarah Lucas. Dal 1984 la compagnia ha girato il mondo toccando importanti palcoscenici in Europa, America, Asia e Australia, e si esibisce regolarmente nella sua sede, al Barbican centre di Londra. Oltre alle creazioni per il palcoscenico, Clark ha recentemente realizzato alcune creazioni per Musei e altri spazi non convenzionali, come: la Turbine Hall della Tate Modern (2010 e 2011), Whitney Museum of American Art per la Whitney Biennial (2012) e la Barrowland Ballroom di Glasgow in occasione del London 2012 Festival.
La compagnia è artista associata del Barbican di Londra dal 2005 e fa parte dell’ Arts Council England National Portfolio Organization.

Michael Clark è nato in Scozia e ha studiato alla Royal Ballet School di Londra dal 1975 al 1979. Nel 1979 entra a far parte del Ballet Rambert, lavorando soprattutto con Richard Alston. Presenta la sua prima coreografia nel 1982 presso il London’s Riverside Studios, di cui diventa coreografo residente, fonda la Michael Clark Company nel 1984. Tra le compagnie di danza che gli hanno commissionato delle creazioni, vi sono: G.R.C.O.P., Opéra di Parigi, Scottish Ballet, London Festival Ballet, Ballet Rambert, Phoenix Dance Company e Opera di Berlino. Michael Clark ha inoltre lavorato per alcuni film e video, tra questi: Hail the New Puritan (1984) e Because We Must (1989) di Charles Atlas, e ha creato la coreografia del personaggio di Caliban in Prospero’s Books di Peter Greenaway (1991). Nel 1998 presenta un programma a serata intera, current/SEE, in collaborazione con Susan Stenger, Simon Pearson, Big Bottom e Hussein Chalayan che è stato oggetto del documentario della BBC The Late Michael Clark diretto da Sophie Fiennes. Before and After: The Fall (2001) è la prima importante collaborazione di Michael Clark con l’artista Sarah Lucas, a cui ha fatto seguito la collaborazione per Would, Should, Can, Did (2003) per il Barbican, Londra. Lo stesso anno Clark lavora al suo primo studio su Satie per William Trevitt della George Piper Dances, crea una coreografia per Mikhail Baryshnikov, e OH MY GODDESS apre la stagione del 25° anniversario al London Dance Umbrella. Nel 2004 la Rambert Dance Company presenta SWAMP (1986) ottenendo l’Olivier Award. Nel 2005 Clark si dedica al progetto Stravinsky, un programma di tre anni terminato con la produzione di una trilogia sulle partiture del celebre compositore, per questo progetto ha rimontato Mmm… (1992) e 0 (1994) e nel 2007 debutta la parte finale della trilogia, I Do. Tra le sue ultime creazioni: come, been and gone (2009) e New Work (2012) e alcune commissioni per la Tate Modern, Whitney Biennial e London 2012 Festival. Nel 2011 Clark è stato insignito della Lurea ad honorem da parte della Robert Gordon University in riconoscimento della sua carriera nell’ambito della coreografia e della danza. Lo stesso anno la Violette Editions ha pubblicato una monografia sulla sua opera.