Ero Righi

 




ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna - nelle persone della Presidente Ilenia Malavasi, del Direttore Roberto Giovanardi e di tutti i dipendenti e gli artisti che con lui avevano lavorato e collaborato - esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Ero Righi avvenuta martedì scorso 5 dicembre al termine di una lunga malattia presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Molto noto nell’ambito della politica reggiana, ex assessore al Comune di Reggio Emilia e  Presidente de I Teatri, fine intellettuale e grande esperto e amante di musica, Righi era stato per ATER, tra le tante cose, ideatore e direttore artistico del Festival Mundus, notissima e assai apprezzata rassegna musicale giunta al suo 22esimo anno di vita, che ha portato e porta tra le provincie di Modena e Reggio Emilia i più grandi nomi della musica jazz – e non solo – italiana e internazionale. Nei lunghi e proficui anni di collaborazione con ATER ha curato inoltre la direzione organizzativa dei festival Per Te a Bologna, Confusion& e Tra-Monti nell’appennino reggiano e l’ideazione di  progetti – omaggio dedicati a grandi artisti italiani: Uomini in Frac, Memorie di Adriano,  Amore che vieni amore che vai, dedicati rispettivamente a Domenico Modugno, Adriano Celentano e Fabrizio De André.

Ero Righi sempre ha lavorato tenacemente e alacremente, anche quest’anno, quando ad aprile, nonostante la malattia, ha seguito il debutto dell’ultimo progetto: Pensieri e Parole – Omaggio a Lucio Battisti  in cui grandi interpreti come Peppe Servillo, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Rita Marcotulli e Mattia Barbieri, dopo più di dieci anni di sodalizio artistico, si  sono ritrovati per affrontare l'universo poetico di Lucio Battisti.