Cinema e teatro in pista a Maranello

Cinema e teatro in pista a Maranello

Intervista a Mariaelena Mililli Vicesindaco di Maranello con delega al turismo e promozione del territorio, sport, cultura ed eventi, legalità, commercio e attività produttive e pari opportunità

20 July 2020
Assessore Mililli, come vede la ripartenza delle attività teatrali e cinematografiche dopo questi mesi di lockdown? Qual è stata la reazione dei cittadini di Maranello?

Anche la macchina più bella e potente senza energia o carburante resta ferma. È proprio il caso di dire che finalmente torniamo in pista! Non vedevamo l’ora di riprendere con gli eventi e le attività culturali. La pandemia non ci ha solo privato della socialità e della possibilità di stare assieme alle persone, ma ci ha tolto la possibilità di godere delle cose belle. La bellezza e la curiosità intellettuale sono linfa vitale. Le persone, non solo i cittadini di Maranello, sentono ancora il peso e l’angoscia di una situazione ancora dai contorni incerti. La cosa più importante è riuscire a vincere questi sentimenti riprendendo le attività con protocolli di sicurezza efficaci.

Ci può parlare delle attività estive che state programmando insieme ad ATER, il progetto Drive-in e i concerti di Mundus 2020?

Quando ci siamo messi a ragionare sulla ripartenza delle attività cinematografiche e teatrali ci siamo resi subito conto del limite legato ad uno spazio chiuso e con una capienza limitatissima. D’altro canto gli spazi all’aria aperta e il distanziamento sociale ci hanno convinti a trasferire le attività culturali in luoghi più idonei a non creare assembramenti. Uno di questi è un’arena completamente immersa nel verde allestita nella modalità drive-in nella quale, grazie alla disponibilità di un privato, trasferire le proiezioni cinematografiche e i concerti di Mundus 2020 come Frankie Hi-NRG e Karima.
Questa arena potrà ospitare 100 vetture riuscendo quindi a superare i limiti imposti alle strutture al chiuso rendendo
gli spettacoli fruibili ad un numero maggiore di persone nel rispetto delle norme di sicurezza.

Come si immagina la ripresa autunnale della stagione teatrale e cinematografica all’interno dell’Auditorium Ferrari?

La ripresa autunnale sarà collegata all’esito di questa estate, se tutti rispetteremo le norme sul distanziamento sociale e presteremo molta attenzione affinché gli eventi si svolgano nel rispetto delle norme sul contenimento del virus allora potremmo ipotizzare un allentamento delle norme che ad oggi penalizzano i luoghi affollati come cinema e teatri. Solitamente in questo periodo si era già chiusa la programmazione della stagione teatrale, ad oggi diventa molto complicato ragionare sulla compatibilità economica e le modalità di realizzazione. Quello che è certo è che continueremo a sensibilizzare i più piccoli attraverso una programmazione teatrale dedicata alle famiglie e continueremo a sfruttare la multidisciplinarità dI ATER Fondazione proponendo musica, ballo e teatro ad altissimo livello.

Iscriviti alla nostra newsletter :